Privacy Policy

Un circo, la BCBF e una casetta blu.. Vi racconto la super novità dell’ultimo periodo!

Il post sulla mia esperienza alla Bologna Children’s Book Fair era bello che pronto e programmato per essere condiviso questa settimana. Se non fosse che poi è successa un’altra cosa, ed è ciò che mi spinge oggi a condividere questo – di post – che però è comunque correlato alla BCBF. Vi spiego perché e vi racconto, finalmente, ciò che è accaduto nelle ultime settimane e perché quella di giovedì 10 maggio è stata una giornata importante e da ricordare.
Prometto che sarò breve, ma per iniziare a raccontarvi è necessario tornare un po’ indietro nel tempo, a Gennaio, quando ho visto al cinema “The Greatest Showman” ovvero la trasposizione sotto forma di musical della storia di Phineas Taylor Barnum, l’ “inventore” del circo, interpretato da Hugh Jackman. Amo i musical e a quanto pare ogni anno, in gennaio, trovo il mio musical di riferimento per l’anno nuovo (l’anno scorso fu La La Land). Nel 2018 dunque è il turno di The Greatest Showman che, seppur inizialmente non mi avesse entusiasmato del tutto, nel corso del tempo si è conquistato uno spazietto importante nei miei momenti da ricordare. La colonna sonora è un concentrato di canzoni che danno la carica, invitano a dare il massimo, a credere in quei “million dreams” che ti tengono sveglio la notte. Ma più che a crederci, a lavorarci tanto su.
Ho iniziato ad ascoltare a palla la playlist con le canzoni del film come sottofondo alle mie giornate lavorative. A volte interrompevo altre canzoni in corso se mi rendevo conto che in quel momento avevo bisogno di ascoltare “This is me” o qualche altra canzone del musical. Ed è proprio con quelle note che mi sono preparata per la Bologna Children’s Book Fair, che ho impaginato il portfolio e realizzato l’illustrazione per le cartoline e per i poster da appendere al muro degli illustratori. Guarda caso, quell’illustrazione era proprio quella del circo (non è un caso che la trapezista del mio disegno abbia i capelli rosa, come quella del film).

 

La fiera di Bologna, per essere la mia prima esperienza, è andata molto bene. Ho stretto numerosi contatti, avuto colloqui interessanti e scambi costruttivi con altri illustratori, art director, agenti o editori da ogni parte del mondo. È stato bellissimo “buttarsi” e vedere che le tue ali riescono a reggere il volo. Ancor più bello è stato, qualche giorno dopo il rientro a casa, sapere che la tua cartolina con l’immagine del circo, lasciata in giro in mazzetti un po’ ovunque, al muro e non solo, è stata notata da qualcuno. Preparare tutto il necessario per la fiera è stato un enorme investimento: di tempo, di energie e ancor di più di finanze. E in un momento in cui ho bisogno di fare il più possibile economia, anche stampare o meno delle cartoline può fare la differenza, non esagero.

A posteriori posso dire che non potevo fare investimento migliore.

 

Sono tornata dalla fiera, ho ricevuto le prime email, sia da chi ho avuto modo di conoscere di persona, sia da chi mi ha “scoperta” grazie a quelle cartoline raccolte in mezzo a tante altre. Sono cose “piccole”, ma sono cose immense che non pensavo potessero arrivare così “presto”. Per il 2018 mi ero data due obiettivi grandi: uno in realtà è un obiettivo finto dato che so già che lo raggiungerò (presto, molto presto, ma il lavoro non c’entra), l’altro obiettivo era lui: essere pubblicata. O meglio, far sì che anche solo uno dei miei disegni finisse stampato su un libro, un libro vero, con un editore e tutto il resto.

 

Giovedì ascoltavo sempre quella playlist, la mia colonna sonora dell’anno ormai. E mentre Hugh Jackman cantava..

 

“It’s everything you ever want
It’s everything you ever need
And it’s here right in front of you
This is where you wanna be”

 

..io firmavo il mio primo contratto come illustratrice. I miei disegni finiranno su dei libri di giochi per bambini in tutto il mondo e a me non sembra ancora vero. In realtà non ho i brividi che mi corrono su per la schiena o le farfalle nello stomaco. Volevo così tanto che arrivasse questo momento che ho talmente sudato da non volermi “distrarre” ora, ora che inizia davvero il vero lavoro. Ho festeggiato ordinando una tripla razione di sushi per la cena e mi sono rimessa subito al computer a disegnare, con una marcia in più e con tanta voglia di firmare il mio secondo, terzo, quarto contratto e così via, fino a dimenticarne la serie. Non so cosa mi aspetterà, per ora disegno ippopotami con gli occhiali, castelli e casette blu. Nella lista di soggetti da rappresentare c’è anche un giocoliere del circo che va sul monociclo. Coincidenze? No, non credo proprio.

“I’m watching it come true, it’s taking over you
Oh, this is the greatest show!”

 

Condividi il post:

4 Commenti

  • Rita
    12/05/2018 at 9:55 am http://a%20rel='nofollow'%20class='comment-reply-link'%20href='#comment-143'%20onclick='return%20addComment.moveForm(%20comment-143,%20143,%20respond,%202697%20)'%20aria-label='Rispondi%20a%20Rita'%20-%20Reply/a

    Cara la mia Laura Intanto complimenti grandi per il tuo traguardo (o forse punto di partenza raggiunto)
    In tutto questo tempo hai lavorato tantissimo instancabilmente, e finalmente la prima importante soddisfazione è arrivata
    Posso dirti che sono fiera di te, dei tuoi successi

    • laughlau
      12/05/2018 at 10:20 am http://a%20rel='nofollow'%20class='comment-reply-link'%20href='#comment-145'%20onclick='return%20addComment.moveForm(%20comment-145,%20145,%20respond,%202697%20)'%20aria-label='Rispondi%20a%20laughlau'%20-%20Reply/a

      Grazie ancora Rita, grazie di cuore!

  • Ester
    12/05/2018 at 10:14 am http://a%20rel='nofollow'%20class='comment-reply-link'%20href='#comment-144'%20onclick='return%20addComment.moveForm(%20comment-144,%20144,%20respond,%202697%20)'%20aria-label='Rispondi%20a%20Ester'%20-%20Reply/a

    Oddio Laura! Non sai quanto sono contenta per te! Quando tu sentivo ripetere che avevi delle novità, immaginavo e speravo tanto fossero queste ma son sempre stata zitta (per non portarti sfortuna) e adesso che finalmente è tutto vero, sono strafelice per te! Ti meriti tutto questo…e anche di più! E non vedo l’ora di sapere qual è il libro che illustreranno, perché voglio correre a comprarne una copia e a farla diventare parte della libreria dei miei bimbi. (Dopo averlo ben sfogliato per conto mio ovviamente ) un bacione immenso! Ester (alias “coccole dietro l’angolo, visto che ti scrivo sempre con quel nome)

    • laughlau
      12/05/2018 at 10:22 am http://a%20rel='nofollow'%20class='comment-reply-link'%20href='#comment-146'%20onclick='return%20addComment.moveForm(%20comment-146,%20146,%20respond,%202697%20)'%20aria-label='Rispondi%20a%20laughlau'%20-%20Reply/a

      Grazie mille Ester! Era nell’aria da fine aprile ma ho atteso l’ufficialità della firma anch’io per evitare che poi magari qualcosa andasse storto 🙂 Grazie davvero! Non sarà un libro di narrativa ma saranno dei libretti di giochi per bambini.. Quindi magari giocheremo insieme! 😉 Grazie ancora, di cuore!

Lascia un commento