Privacy Policy

Qualche giorno fa si è conclusa a Milano la mostra di illustratori Iraniani per bambini “IranArt”, ospitata negli spazi del Laboratorio Formentini a Brera.
Ho avuto modo di visitarla solamente il giorno prima della chiusura, purtroppo, quindi mi ritrovo a parlarvene senza che abbiate l’occasione di andarci, il che è un vero peccato.

IranArt

Ho deciso però di pubblicare ugualmente questo post per parlarvi di alcune belle scoperte fatte durante l’esposizione e soprattutto per fare un “mea culpa”, per un pensiero probabilmente comune e che invece non ha alcun fondamento. Mi spiego meglio!
Quando ho saputo di questa mostra ero molto curiosa di visitarla, proprio perché l’Iran è un paese misterioso, geograficamente nemmeno tanto lontano dal nostro, ma sicuramente, a livello culturale, diametralmente opposto. In linea teorica però!

The Merchant and the Parrot, tavola di Feeroozeh Golmohammadi

The Merchant and the Parrot, tavola di Feeroozeh Golmohammadi

Ammetto che pensavo di trovare quasi esclusivamente tavole “arabeggianti”, dalle tinte calde, polverose e dal tono malinconico, tutto ciò per uno stupido stereotipo che son stata felicissima di scardinare.
Le tavole esposte erano davvero bellissime, così diverse le une dalle altre, così particolari e interessanti. Alcune sì, riprendevano un po’ di quel mio preconcetto ma la maggior parte mi ha lasciato senza parole: colori accesi, toni giocosi o sognanti, insomma tutto il contrario di quello pensavo!
In questo post voglio perciò farvi conoscere alcuni degli illustratori iraniani scoperti alla mostra, in particolar modo di quelli che più mi son piaciuti. Purtroppo non son riuscita a recuperare tutte le loro illustrazioni esposte, perciò troverete sia alcune delle tavole presenti in mostra sia altre tavole di loro produzione.
Sono curiosa di sapere quali sono le vostre preferite e perché, nel frattempo ecco le mie!

 

Mitra Abdollahi

Nasim Bahari

https://www.behance.net/NasimBahari

Mahni Tazhibi

http://www.coroflot.com/mahnitazhibi

Mostafa Akbari

L’unico uomo della mia selezione, casualmente. Ma a mio parere il più emozionante! La serie nella gallery qui sotto si intitola “The God saw”, “Lo sguardo di Dio”.. Meravigliosa!

Rashin Kheiriyeh

http://www.rashinart.com/

Atieh Bozorg Sohrabi

https://atisohrabi55.wordpress.com

Golriz Gorgani

Ho trovato online anche alcuni dei suoi bozzetti fatti a mano. Li trovate sfogliando la gallery, subito dopo invece la tavola ultimata in digitale.

http://www.golrizgorgani.com/

Afrouz Gholizadeh

Grazie per aver letto il post, spero di avervi ispirato!

A presto!

LaughLau