Privacy Policy
Seleziona una pagina

Ieri sera, giovedì 29 Settembre, ho avuto modo di partecipare all’Etsy Milan Seller Meetup organizzato da Etsy, per l’iniziativa #EtsyMeetsItaly. La serata era dedicata a crafter e artigiani che utilizzano Etsy per vendere le proprie creazioni ed è stata una bellissima occasione per avere nuovi spunti e indicazioni utili per migliorare il proprio shop, aumentare la visibilità e dunque essere trovati più facilmente dai nuovi clienti.
Ho uno shop Etsy da pochi mesi, dopo una prima avventura con un vecchio shop in cui tempo fa “provavo” a vendere articoli handmade. A Giugno ho deciso di ricominciare da capo e di riaprire il negozio cercando di essere il più coerente possibile con quanto nasce al Creative Lab.
Dunque non più articoli handmade buttati là “a casaccio”, perchè magari a qualcuno interessano e qualcuno acquista, ma soprattutto articoli legati al mondo del Wedding e Party Design, o prodotti illustrati come i biglietti di auguri, segnalibri o poster. Ho scelto di limitare gli articoli prodotti anche, e soprattutto, per una scelta di coerenza a livello di brand.

Etsy meets Italy

LaughLau” è a tutti gli effetti un brand e come tale voglio che un prodotto realizzato da me sia riconoscibile e chiaro, non qualcosa di simile ad altro “già visto” o che “fanno tutti”. Può sembrare un discorso altezzoso da un certo punto di vista, ma se c’è una cosa che ho imparato dall’inizio della mia (finora breve) avventura da Freelance è che la cosa più importante, e soprattutto ciò che porta un cliente a scegliere te, è sapersi distinguere. Non è semplice e mi rendo conto che per tante cose ancora non ho trovato il giusto stile o il giusto indirizzo che soddisfa pienamente la mia vena artistico-creativa (perchè in fondo di questo si tratta), ma dopotutto nessuno in fin dei conti è mai “arrivato”. Si è sempre in costante ricerca, in costante evoluzione e crescita e dunque sono felice di aver potuto cogliere l’occasione dell’Etsy Milan Seller Meetup anche per interrogarmi su tutto questo.
Le ragazze dell’Etsy team che ci hanno accompagnato durante la serata sono state chiarissime e gentilissime nell’ascoltare ogni nostra domanda e chiarire ogni nostro dubbio. Non sono brava con le stime quindi non so dire esattamente quante fossimo ieri sera, l’organizzazione parlava di circa 200 biglietti emessi, perciò facciamo conto che fossimo circa 150 crafter, artigiani e creativi di Milano e hinterland, tutti con un Etsy Shop e tutti con la voglia di migliorare e far crescere il proprio piccolo business. C’era chi realizza gioielli o borse a tempo pieno, chi crea illustrazioni per l’infanzia o capi d’abbigliamento nel tempo libero, chi fa tutto questo per lavoro, chi per pura e semplice passione.

Etsy Meets Italy

Durante la serata ci sono state date indicazioni per scattare delle belle foto ai prodotti che attirino l’attenzione di un nuovo cliente, con consigli sul mantenere la coerenza tra lo stile dell’articolo e quello dello sfondo/set che scegliamo di presentare (ad esempio se realizzo gioielli dallo stile moderno non posso presentarli con un tavolo di legno grezzo a fare da sfondo, che invece sarebbe più adatto per prodotti dallo stile shabby chic).
Altri consigli utili sono stati quelli legati alla SEO, quindi come ottimizzare il ritrovamento dei nostri prodotti sui motori di ricerca. Grazie a titoli ben scritti, tag adeguate e soprattutto analizzando le statistiche del negozio si può migliorare la propria visibilità e dunque è più probabile che nuovi clienti raggiungano il nostro shop. Una delle dritte consigliate a questo proposito è quella di “cercare” nella barra di ricerca di Etsy ciò che noi vorremmo vendere. Quali parole utilizzerei per andare alla ricerca del mio prodotto? Quali sono le voci correlate, le alternative che mi propone la barra di ricerca? In questo modo si può capire quali sono le parole chiave vincenti, quelle che un cliente generico cerca quando ha bisogno di qualcosa come quella che vuoi mettere in vendita, e utilizzarle per il titolo, la descrizione e le tag del prodotto. Le prime due-tre parole del titolo del listing (l’articolo in vendita) devono andare dritte al punto, dovranno essere la descrizione scontata di quanto realizzi (è una partecipazione di nozze? Scrivi “Partecipazione di nozze”. E’ un fiocco nascita? Scrivi “Fiocco nascita”), dopodichè potrai sbizzarrirti nel descrivere l’articolo nelle sue caratteristiche (perciò il titolo finale sarà ad esempio “Partecipazione di nozze Conchiglia – Matrimonio tema mare” oppure “Fiocco nascita per bambino – Orsetti e Coniglietti”)
Un aspetto importantissimo per ogni crafter è l’utilizzo dei social, capire quale mezzo utilizzare e come farlo, perchè non tutti i social sono adatti a trasmettere lo stesso tipo di messaggio. Promuoversi online è un lavoro che porta via tanto tempo, specialmente per chi, come me, è freelance e perciò deve fare tutto da sola, dalla produzione, alla promozione, al “servizio clienti”.. Ma è solo promuovendosi online nella giusta maniera, condividendo i propri lavori, i successi ma anche i fallimenti quotidiani che portano alla creazione di un nuovo prodotto, che si riesce a raggiungere il “pubblico”, persone che rientrano nel tuo target e che possono trovare nei tuoi prodotti ciò di cui hanno bisogno.
Infine, un aspetto molto bello di cui si è parlato durante il Meetup è stata l’importanza del team.
Io lavoro da sola e sono sola nel mio Creative Lab., per tante ore ogni giorno, se non con qualche rara eccezione nei giorni in cui mi sposto negli uffici delle agenzie con cui collaboro o incontro personalmente i clienti. Quindi la parola “team” potrebbe stridere con tutto questo. In realtà è importantissimo coltivare una rete di relazioni con altre/i crafter, blogger e creative/i e avere la possibilità di confrontarsi, dare e ricevere supporto, critiche costruttive e nuovi imput per migliorare la propria attività, soprattutto grazie a chi fa questo lavoro da più tempo e dunque è in grado di consigliare in base all’esperienza. Teoricamente siamo tutti concorrenti in questo campo, e spesso la “concorrenza sleale” porta ad avere brutte esperienze che, anche personalmente, spesso mi hanno fatto dubitare su quanta fiducia dare a, appunto, un potenziale concorrente. L’incontro di ieri invece è stato per me importante anche e soprattutto da questo punto di vista: avere la possibilità di conoscere di persona creative che seguo da tempo sui social o nuove ragazze che condividono le mie passioni è stata una bellissima opportunità di crescita e di confronto sincero. É bello trovarsi in un ambiente in cui non c’è competizione ma voglia di aiutarsi e di aiutare.

 

Etsy Italia Team

Sì perchè un’altra bella iniziativa che non conoscevo e che ho scoperto proprio grazie all’Etsy Meetup è quella dell’Etsy Italia Team, un team che comprende più di 5000 creativi di tutta Italia, che quotidianamente grazie al forum e alle bravissime responsabili, a livello nazionale e locale, si scambia idee e spunti per migliorare e spesso si unisce per dar vita a raccolte fondi e vendite benefiche per supportare piccole e grandi cause, dall’aiutare un ragazzo a ricomprare il pc a seguito di un furto all’estero (e alla perdita dei file per la tesi universitaria) alle iniziative a sostegno delle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna nel 2012, o per il Centro Italia lo scorso mese.
É bello poter unire la beneficenza al proprio lavoro, è qualcosa che cerco di fare anch’io nel mio piccolo dunque sono felice di potermi unire a questo team anche per iniziative di questo genere.
Sono tornata a casa veramente soddisfatta della serata, l’organizzazione è stata perfetta, e soprattutto sono felice di aver superato un mio limite, ovvero quello del rimanere “chiusa nel mio guscio”, perchè spesso in passato ho lasciato sfuggire occasioni del genere. É proprio vero che le cose belle e inaspettate accadono al di là della nostra Comfort Zone e perciò sono davvero contenta di essermi messa in gioco e di aver potuto così conoscere meglio la realtà di Etsy e delle crafter che la animano.
Ho provato a realizzare un piccolo video-vlog della serata, la qualità non è eccellente purtroppo ma spero comunque possa piacervi e possa darvi un’idea di quanto vissuto ieri.
Spero di avervi trasmesso un po’ delle belle cose scoperte ieri, ho voluto condividere alcuni dei consigli ricevuti e chissà, magari questo vi darà la spinta per aprire anche voi un Etsy Shop!
Se anche voi avete il vostro negozietto online su Etsy fatemelo sapere, sono curiosa di scoprirli!
Grazie per aver letto il post (scusate la mia consueta lungaggine), a presto!

LaughLau

CLICCA SULL’IMMAGINE E GUARDA IL VIDEO:

Etsy Meets Italy - Video